Schillaci non depone al processo. Ammenda del giudice:200 euro

PALERMO – Chiamato a deporre come teste dell’accusa in un processo alla cosca mafiosa della Noce, dà forfait per la seconda volta. Un comportamento, quello dell’ex attaccante della Nazionale, Totò Schillaci, che non è piaciuto al presidente del collegio, Vittorio Alcamo, che ha inflitto al bomber di Italia ’90, un’ammenda di 200 euro.

DIFFIDATO – Contestualmente il magistrato ha diffidato il testimone a presentarsi alla prossima udienza, minacciandolo, in caso contrario, di accompagnamento coattivo. Schillaci, che ora gestisce a Palermo la scuola per giovani calciatori, Louis Ribolla, era socio di uno degli imputati del processo, Eugenio Rizzuto, accusato di associazione mafiosa ed estorsione. Secondo il pm Maurio De Lucia, il teste avrebbe chiesto l’intervento dell’amico presso la «famiglia» mafiosa in relazione a una serie di furti e danneggiamenti subiti nella struttura sportiva. (Corriere.it)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: